Perché fare video advertising su YouTube?

Se ti stai chiedendo questo, fatti un’altra domanda: quando è stata l’ultima volta che hai visto un video su YouTube? Probabilmente è passato qualche minuto, qualche ora al massimo. Questo perché, in Italia, di 35 milioni di utenti attivi sui social ogni mese (il 58% della popolazione), l’88% guarda video online proprio su YouTube.

Tagliare il budget investito in campagne pubblicitarie su questo social non sarebbe dunque una mossa molto furba, sarebbe anzi auspicabile innalzarlo, credendo nel suo potenziale e ripartendo da qui per dare una nuova spinta alla tua azienda.

Vuoi sapere perché fare pubblicità su YouTube nel 2020 potrebbe salvare il tuo business? Te lo diciamo subito.

Perché fare video advertising su YouTube nel 2020:

  • Visibilità: secondo l’accurata analisi di We Are Social & Hootsuite, YouTube è il social media più utilizzato in Italia nel 2020. Fare Social Media Marketing senza considerare YouTube è quindi uno dei più grossi errori che potresti fare
  • Contenuti video: sono i preferiti dagli utenti da diversi anni e ti permettono di comunicare la tua azienda, il tuo prodotto o il tuo servizio in pochi secondi e costruendo un’emozione, arrivando dritto al cuore dei tuoi potenziali clienti
  • Targetizzazione: puoi scegliere chi vuoi che visualizzi il tuo video pubblicitario su YouTube delineando un profilo del tuo cliente tipo molto dettagliato. YouTube può contare infatti su due considerevoli fonti di dati per la profilazione degli utenti:
    • sulle informazioni raccolte da Google tramite l’account usato su YouTube, che è lo stesso di Google
    • sulle ricerche fatte dall’utente su YouTube stesso, che permettono di individuare i suoi desideri e la categoria, l’argomento, la tipologia di video che preferisce
  • Formato: per gli utenti, trovare un video promozionale su una piattaforma video è meglio che trovarlo su un altro tipo di sito. Il formato dell’annuncio risponde infatti già alla prima esigenza del potenziale cliente, che in quel momento è sul web perché vuole guardare video
  • Differenziazione: sono ancora poche le piccole e medie imprese che sfruttano la pubblicità su YouTube. Essere tra quei pochi ti assicura quella fetta di potenziali clienti che puoi trovare solo lì, oltre ad aumentare in generale la visibilità e la popolarità della tua azienda
  • Costo: su YouTube, paghi l’annuncio solo quando questo viene effettivamente visualizzato dall’utente. Cioè quando aggiunge una reazione o quando guarda il tuo video per 30 secondi (per l’intera durata se il video è più breve).
    Quanto costa fare pubblicità su YouTube? Un costo medio molto indicativo va dai 10 ai 30 centesimi per view, cifra che varia, ovviamente, in base alla campagna.

Fare pubblicità su YouTube: come funziona?

Per iniziare a fare advertising su Youtube, ti serve:

  • Google AdWords: iscriviti gratuitamente inserendo i tuoi dati di fatturazione e una carta di credito valida
  • un canale YouTube: apri un canale dove inserire i tuoi annunci video
  • collegare il canale YouTube a Google AdWords

Ora puoi cominciare a impostare le tue campagne pubblicitarie da Google AdWords su YouTube: crea una campagna di tipo video, definisci il target (ci sono elementi molto specifici), le lingue, le località e gli orari di pubblicazione, definisci un budget giornaliero e seleziona, dal tuo canale YouTube, il video da pubblicizzare.

Su YouTube, puoi creare principalmente 3 tipi di annunci:

  1. Annunci TrueView: anche detti annunci ignorabili, possono essere di 2 tipologie:
    • In-stream: sono quelli che compaiono prima dell’inizio del video, durante o alla fine (pre-roll, mid-roll, post-roll). Possono essere saltati dopo 5 secondi ma danno grande visibilità al tuo brand. Rendi dunque quei 5 secondi incisivi; se puoi, inserisci fin dall’inizio una call to action che inviti l’utente a una specifica azione
    • Discovery: sono quelli che vengono visualizzati sulla homepage di YouTube, tra i risultati di ricerca o accanto ai video correlati. Per guardarli, in questo caso l’utente deve cliccare appositamente sopra la miniatura, ma la posizione in cui vengono collocati è strategica per attrarre l’occhio di un pubblico interessato
  1. Annunci video non ignorabili: sono quei video pubblicitari della durata di 5-20 secondi che non possono essere saltati. Il vantaggio è dunque che l’utente deve guardarli per intero per procedere con la fruizione del video da lui scelto. Lo svantaggio è che paghi la visualizzazione di tutti gli utenti, sia di quelli che sono realmente interessati che di quelli che non lo sono
  2. Annunci bumper: i bumper ads sono anch’essi video che vengono riprodotti prima, durante o dopo un altro video e non possono essere saltati dall’utente. Sono però più tollerati, perché hanno una durata massima di 6 secondi

YouTube advertising vs TV advertising: crea una strategia integrata

Le persone sono più attive sul web nelle ore diurne: l’attività cala verso sera, proprio quando cresce la copertura raggiunta dalla televisione.

La complementarietà dei due canali si riconferma sotto l’aspetto demografico, andando la TV a colpire anche la fascia di popolazione più anziana e YouTube quella più giovane.

Per queste ragioni, l’ideale è riuscire a sfruttare entrambi i mezzi di comunicazione nelle tue campagne pubblicitarie, a seconda degli obiettivi specifici che vuoi raggiungere.

Fare advertising su YouTube nel 2020: consigli e conclusioni

Avviare una campagna di advertising, come sai, è solo l’inizio: devi poi monitorarla e ottimizzarla costantemente, per migliorarne la redditività.

Crea contenuti video interessanti arricchendoli con call to action sia all’inizio che alla fine, eliminando i tempi morti e inserendo grafiche informative.

Valutane l’efficacia e aggiusta il tiro finché non sei soddisfatto dei tuoi risultati.

Ricordati di fare SEO: Youtube non è solo un social, ma è anche il secondo motore di ricerca più usato al mondo.

Rendi anche il tuo canale YouTube interessante e ottimizzato, in modo da guadagnare una buona channel authority per migliorare la presenza e la percezione del tuo brand sul social.

Con l’advertising di YouTube puoi quindi raggiungere un target altamente profilato, a un basso costo, con immediatezza e senza infastidire l’utente: ecco perché fare pubblicità su YouTube nel 2020 può salvare la tua azienda!

Vuoi capire con esattezza come costruire una campagna di advertising su YouTube efficace e su misura per la tua azienda?

Contattaci per una consulenza!